Centro Missionario Diocesano

Foto gallery

Visite

00033001
Oggi
Questa settimana
Questo mese
Totale visitatori
63
203
1356
33001

Il tuo IP: 54.144.24.41
Server Time: 2019-01-23 10:29:45

srIrenea

Suor Irenea Baraldi

Sr I. Baraldi nasce a Ferrara nel 1940, entra nella congregazione delle suore della carità di Santa Antida di Thouret nel 1956. E' maestra d'asilo, fa parte del Centro Missionario Diocesano e nel 1982 parte missionaria per l'Argentina. In Argentina la missione è dedicata all'educazione dei bambini in una zona molto povera per poter dare loro quel minimo di istruzione che garantisca un futuro dignitoso. Uno dei progetti che la missione sostiene è quello delle borse di studio per i ragazzi che abitano nei villaggi lontani e che per studiare devono trasferirsi in città e la famiglia fatica a sostenere tutte le spese necessarie. Un altro bel progetto è l'acquisto di materiali e di beni di prima necessità per le famiglie più bisognose. (Riferimento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. )

Alcune lettere

Naineck 2003: "come progetto da sostenere, abbiamo pensato alla borsa di studio, i giovani che abitano nella zona attorno alla missione e che hanno le capacità, non possono studiare perché le loro famiglie non hanno un'entrata fissa che possa garantire loro la frequenza di tutto l'anno scolastico. I ragazzi oltre ai libri, i quaderni etc, devono pagare anche l'affitto e mangiare fuori casa. Cercano lavoro per mantenersi agli studi, ma anche questo non sempre c'è e i loro genitori riescono a malapena a mantenere gli altri figli..."

Naineck 30 ottobre 2008: "......qui la gente sta soffrendo per una forte gelata che ha bruciato le piantagioni di banane e per 3 mesi non avranno il raccolto. Il Governo non prende a cuore la situazione e i poveri campesinos non sanno più come vivere. Fanno dimostrazioni però nessuno li ascolta. La campagna non è assicurata, per cui il lavoro di un anno si perde e non c'è aiuto....."

18 aprile 2008: "..in questo momento i poveri fanno la raccolta del cotone ed è l'unica entrata dell'anno, per cui i bambini non vanno a scuola per aiutare i genitori nel lavoro..."....."la raccolta delle banane ha un prezzo talmente basso che preferiscono darle alle mucche piuttosto che venderle, c'è un grande sfruttamento da parte dei padroni. ......."siamo sempre a contatto con molta povertà e ci si sente impotenti, la nostra presenza è una goccia nell'oceano".

....."Gli indigeni hanno quasi tutti la tubercolosi. Non ci sono medicine per loro, vengono discriminati e sono gli ultimi della società. Questo ci ferisce, da parte nostra, cerchiamo di essere ponte perchè siano accettati e valorizzati.

Novembre 2014

Carissimi amici del Centro Missionario, finalmente sono arrivata alla Comunità di Ceibas, dopo essere passata a salutare due comunità di BS.AS. Non mi sembrava di avere viaggiato tante ore da Fiumicino a BS.AS, peró per una settimana sono dovuta andare a letto presto finché il mio fisico si é abituato al nuovo orario.L'altra settimana ho partecipato ad un pellegrinaggio a piedi per i giovani ed era diocesano di 22 km. Io accompagnavo i pellegrini in auto andando sempre in prima fila con auto dietro e davanti e gente ai lati. Chi non ce la faceva piú veniva in macchina. Siamo partiti a mezzanotte poi c'é stato dopo 7 km arrivando alla Tribu una sosta con pinzini e mate che é una specie di tè. Si é ripreso il cammino e siamo arrivati alle 5 del mattino con un'altra sosta. L'alba bellissima in piena campagna e gli ultimi 5 km arrivando al Monastero benedettino alle 7,30 dove il Vescovo ha celebrato la S,Messa. Alcuni monaci hanno confessato ed è stata una festa di fede onorando la Madonna e confidandole tante intenzioni e promesse fatte per vari ammalati. Stanchi peró contenti. I giovani hanno avuto tutto il pomeriggio del sabato occupato in dinamiche perché era un incontro giovanile vocazionale. Tutto molto bello e impegnativo.Noi siamo partiti alla mattina prestino per arrivare alle 13 ed unirci alle altre due comunitá di BS.AS. Sia BS.AS che noi eravamo a 380 km . In questa zona abbiamo lavorato 30 anni poi si é chiuso la comunitá perché gli indigeni erano andati alla cittá.Tutti gli anni si faceva questo pellegrinaggio ed ora si é ripetuto dopo tanti anni che noi non ci siamo piú, peró il seme gettato sta dando frutti con le poche persone rimaste le quali sono unite alla parrocchia di Los Toldos dove nacque Evita Perón. É stata una bellissima esperienza spirituale che certamente dará i suoi frutti. Un forte abbraccio. Affma Sr Irenea



Centro Missionario Diocesano di Ferrara - via Montebello, 8 44123 Ferrara - Tel. 3270505773

Copyright © 2013. All Rights Reserved.